La Palma d’Oro di Cannes 2016 va a Ken Loach

kenloachcannes2016

E menomale che due anni fa aveva annunciato la sua intenzione di ritirarsi dal cinema. E invece non solo non lo ha fatto, ma Ken Loach anzi ha girato un nuovo film, lo ha portato a Cannes e ha vinto la Palma d’Oro, la sua seconda in carriera, esattamente a distanza di dieci anni dalla prima (12 film portati a Cannes, 13 premi vinti dai suoi film: Loach è di casa).

Grazie alla vittoria del film I, Daniel Blake (che bissa il trionfo di Il Vento che Accarezza l’Erba del 2006) l’autore britannico entra infatti nel ristretto gruppo di colore che hanno vinto due volte la Palma d’Oro a Cannes: Alf Sjöberg, Francis Ford Coppola, Bille August, Emir Kusturica, Shohei Imamura, i Dardenne e Michael Haneke.

 

Prima di tutto, ecco il palmares completo di questa edizione 2016 del Festival:

Palma d’Oro:
I, DANIEL BLAKE di Ken Loach

Grand Prix du Jury (secondo posto):
IT’S ONLY THE END OF THE WORLD di Xavier Dolan

Prix du Jury (terzo posto):
AMERICAN HONEY di Andrea Arnold

Miglior Attore:
SHAAHAB HOSSEINI per The Salesman

Miglior Attrice:
JACLYN JOSE per Ma Rosa

Miglior Regista  (ex aequo):
CRISTIAN MUNGIU per Bacalaureat / OLIVERI ASSAYAS per Personal Shopper

Miglior Sceneggiatura:
THE SALESMAN di Ashgar Farhadi

 

Ora, la premessa è che purtroppo il sottoscritto non era presente a Cannes e quindi non posso dare giudizi approfonditi sul palmares e soprattutto sulla qualità dei vincitori (e degli sconfitti), ma il primo dato che risalta agli occhi, come ogni anno sinceramente ai festival e in particolar modo a Cannes, è la scollatura tra stampa e giuria.

Dai giudizi dei giorni scorsi, e nei vari social network durante la cerimonia, è emerso che la stampa ha odiato questo palmares, ancora di più se possibile della già discutibile edizione dello scorso anno. Le scelte di Mungiu e Farhadi sono state apprezzate, si sperava in qualcosa di più per Andrea Arbold (e la regista è al terzo Prix du Jury in carriera, bizzarro), sono stati massacrati Assayas e Dolan, Loach è rimasto indifferente.

Il grande favorito era Elle di Paul Verhoeven, la grande sorpresa di questa edizione e tifatissima dalla stampa era il film tedesco Toni Erdmann (non a caso vincitore del premio Fipresci, il premio della critica giornalistica) ed entrambi sono rimasti fuori dai premi. Probabilmente è anche inutile arrabbiarsi ormai, andrebbe capito una volta per tutte che chi fa cinema pensa in maniera diversa da chi scrive di cinema, ma è evidente che anno dopo anno la scollatura è sempre più evidente.

Io sinceramente non so da che parte stare, se dalla parte della stampa o della giuria, perché non ho visto i film in gara e quindi mi trovo nella scomoda posizione di dover commentare al buio, però una cosa la voglia dire, e qui torniamo all’inizio, ovvero alla vittoria di Loach. Il film vincitore sarà bello sicuramente, non credo che una giuria di professionisti voti un brutto film e soprattutto sono convinto che un navigato autore come Loach difficilmente faccia un brutto film…..ma non è una scelta un po’ conservativa? E’ possibile che in 10 giorni di programmazione e con 21 film in gara provenienti da ogni angolo del mondo, con stili diversi e sensibilità diverse, il migliore sia un film sicuramente impeccabile, ma visto e rivisto, che non spinge in avanti l’arte cinematografica, standard che un festival come Cannes dovrebbe avere? Ripeto, sarà un bel film sicuramente, ma al tempo stesso sono pure convinto che sarà il solito film di Loach, stesso tema, stessa regia, stesso ambiente, stesso tono, stessa recitazione.

Insomma, Cannes ci dice davvero qualcosa di nuovo sul cinema del 2016?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...