I film del 2016: gli imperdibili (ultima parte)

download

Pirotecnici e adrenalinici pop-corn movies, film d’autore, opere in costume, piccoli gioielli indipendenti, cartoni animati, spassose commedie, sicuri candidati agli Oscar, sorprese inaspettate: tutto questo e molto altro ci aspetta al cinema nel 2016. Dopotutto, con molte uscite che arrivano nelle nostre sale in ritardo rispetto ai paese d’origine, possiamo permetterci anche ora di iniziare a parlare dei film che più attendiamo nei prossimi mesi.

Dopo aver visto prima i blockbuster  e poi i film indipendenti, passando per le commedie, e aver letto la prima lista di film imperdibili, oggi c’è l’ultima tappa del nostra speciale.

 

THE LIGHT BETWEEN THE OCEANS

Derek Cianfrance è un grande regista che prende troppe pause tra un film e l’altro, ci dobbiamo accontentare, e per il suo ritorno si è preso il lusso di avere come protagonisti Michael Fassbender e Alicia Vikander, coppia d’oro nel momento sullo schermo e nella vita reale. Dal romanzo di M.L. Steadman, il film è ambientato in un’isola australiana dopo la seconda guerra mondiale. Il protagonista è il guardiano di un faro, che vive lì con la moglie, e un giorno trova sulla spiaggia una barca arenata, con un morto e un bambino di due mesi. Quando decidono di allevare il bambino, i due si troveranno ad affrontare delle conseguenze devastanti.

 

 

THE LOST CITY OF Z

James Gray è uno degli autori più sottovalutati in circolazione, ma qui può convincere realizzando un progetto a cui lavora da anni, e sicuramente il suo più ambizioso finora: nel 1925 il leggendario esploratore britannico Percy Fawcett si mise a capo di un gruppo di esploratori inoltrandosi nella foresta amazzonica per cercare tracce di un colonnello inglese scomparso negli anni ’20 mentre tentava di localizzare la leggendaria città di Z. Fawcett non fece mai ritorno.

 

 

LOVING

loving-ruth-negga-joel-edgerton

A dispetto delle polemiche recenti, lo avevamo detto che il nuovo anno avrebbe raccontato al cinema molte storie inerenti la “diversità”. Questa è una delle più interessanti perché c’è il tocco di Jeff Nichols, uno che il cuore delle vicende lo tocca sempre. La pellicola racconta la vera storia di una coppia che, dopo essersi sposata nel 1958, fu arrestata per aver trasgredito il divieto di matrimonio interrazziale.

 

 

MANCHESTER BY THE SEA

Uno dei film meglio recensiti al Sundance Festival e quindi tra i più attesi dell’anno, almeno il regista Kenneth Lonergan non dovrà litigare con la produzione e con i tribunali per mostrarlo al pubblico (chi conosce la storia dietro il suo precedente lavoro Margaret sa di cosa parlo). In questo film il protagonista Lee Chandler, un idraulico di Boston, si vede costretto a tornare nella sua città natale dopo l’improvvisa morte del fratello maggiore,  e scopre di essere stato nominato tutore del nipote sedicenne.

 

 

MIDNIGHT SPECIAL

Il cinema di Jeff Nichols (sì, quest’anno ha due film in arrivo diversissimi tra loro) finora si era basato su storie piccole, ora invece si lancia sulla fantascienza omaggiando i lavori di Carpenter degli anni ’80.  E’ la storia di un padre che cerca a tutti i costi di proteggere il figlio di 8 anni, dotato di poteri non comuni.

 

 

LA CASA PER BAMBINI SPECIALI DI MISS PEREGRINE

Dopo il fallimento di Big Eyes Tim Burton torna a ciò che più gli compete: il cinema dal tocco gotico. Lo fa sfruttando l’omonimo romanzo che mischia fantasy a dark e racconta la storia di un sinistro orfanotrofio che ospita bambini dotati di strane abilità. Sicuramente, anche solo per il nome del regista, uno dei film evento dell’anno.

 

 

MONEY MONSTER

Il film è diretto da un nome grosso come Jodie Foster, e protagonisti sono l’emergente Jack O’Connell, Julia Roberts e George Clooney (mica male insomma) per una nuova satira sul mondo della tv, quasi un crossover tra Quinto Potere e Re per una Notte: la trama infatti vede un uomo armato sequestrare un famoso venditore televisivo, tutto in diretta tv.

 

 

A MONSTER CALLS

Ormai maestro del cinema di suggestione ed esperto nel lavorare con i più piccolo, lo spagnolo Antonio Bayona ci porta nel mondo dei mostri: nn ragazzo adolescente, la cui madre single è malata terminale, inizia ad avere visioni di un albero mostruoso che gli racconta la verità sulla vita sotto forma di tre storie, aiutandolo ad affrontare le emozioni per la prossima perdita della madre.

 

 

NEON DEMON

Ecco, questo è un progetto che ha tutta la mia massima attenzione. Ho velocemente perdonato a Nicolas Refn la mia delusione per il brutto Solo Dio Perdona, dopotutto il regista danese non si è dimenticato come si dirige, semplicemente con quel film, forse in delirio d’onnipotenza dopo il successo di Drive, ha voluto esagerare e strafare. Nella speranza che sia tornato con i piedi a terra il regista danese ha chiamato nel suo nuovo film Elle Fanning, quella che ritenga senza ombra di dubbio l’attrice sotto i 18 più talentuosa in attività, per il film che segue la vicenda di una aspirante modella che si trasferisce a Los Angeles: in quel luogo verrà presa di mira da un gruppo di donne ossessionate dalla bellezza che reclameranno tutto quello che la giovane possiede.

 

 

NOCTURNAL ANIMALS

A Single Man un gran film lo era davvero, toccante, raggelante, formalmente impeccabile, ricco di sostanza, con due interpretazioni magistrali. Il regista era Tom Ford, sì, proprio lo stilista, e ora è pronto a realizzare un nuovo film. Il titolo è Nocturnal Animals, ed è la trasposizione di un libro di Austin Wright intitolato “Tony and Susan”, con protagonisti Jake Gyllenhaal e Amy Adams. La trama racconta le vicende di una donna di nome Susan che riceve il manoscritto di un libro dal suo ex-marito, un uomo che lei ha lasciato 20 anni prima e che ora chiede una sua opinione; la storia segue a questo punto due percorsi: uno quello del romanzo nel romanzo, che racconta le vicende di un uomo le cui vacanze in famiglia diventano violente e mortali, e uno è quello di Susan, che si ritrova a pensare al suo primo matrimonio e a confrontarsi con alcune oscure verità su se stessa.

 

 

PERSONAL SHOPPER

Forse Kristen Stewart è diventata la musa di un grande autore come Olivier Assayas, che dopo la splendida collaborazione in Sils Maria ha voluto nuovamente lavorare con lei. Kristen Stewart interpreta Maureen, l’assistente di una grande attrice per la quale ha il ruolo di “shopper” personale: trascorre quindi il suo tempo a comprare vestiti in giro per Parigi, ma soprattutto Maureen, dopo aver perso il fratello, ha sviluppato anche la capacità di comunicare con i morti….

 

 

THE PROMISE

Questi due attori nella foto, e già basta e avanza come motivo per rendere il film imperdibile. Ambientato duranti gli ultimi giorni dell’Impero Ottomano, il film segue il triangolo amoroso tra un brillante studente di medicina, una giovane ragazza e un rinomato giornalista americano.

 

 

SILENCE

E’ il nuovo film di Martin Scorsese, e già questo dovrebbe catapultarlo in cime ad ogni lista. E’ il film che il regista cerca di realizzare da quasi 30 anni, e ha tutti i temi a lui più cari. Insomma, l’attesa è snervante. Dal romanzo di Shusake Endo, il film racconta la persecuzione dei missionari cristiani nel Giappone feudale, in particolare il viaggio che due preti portoghesi intraprendono per riportare a casa il loro vecchio mentore accusato di apostasia (l’abbandono della fede).

 

 

SNOWDEN

Dal titolo già si capisce tutto, è la biografia di Edward Snowden, il giovane americano in esilio che ha svelato il controllo della sicurezza da parte di molto agenzie governative. Non poteva che essere Oliver Stone, esperto in queste cose, ad occuparsi dell’ennesimo caso oscuro della storia politica americana.

 

 

STORY OF YOUR LIFE

Denis Villeneuve ha deciso di non sbagliare più un film e noi siamo felicissimi di tale trend, considerando poi che il regista canadese è tutto meno che lento e ci regala quasi un film all’anno. Dopo Sicario, la sua nuova opera vede protagonisti Amy Adams e Jeremy Renner e racconta la vicenda di una studiosa del linguaggio che è chiamata dal governo nel momento del contatto con una forma di vita aliena: lei dovrà decodificare il loro linguaggio e capire se vengono in pace o per minacciare gli umani. Insomma, Villeneuve esordisce nella fantascienza e in pratica fa le prove generali per quando dovrò dirigere il prossimo anno il sequel di Blade Runner….

 

 

SULLY

Da una storia vera…ad un’altra, ma c’è da dirlo, molto meno controversa. Dopo il trionfo inatteso di American Sniper, Clint Eastwood porta al cinema la vicenda del capitano Chesley “Sully” Sullenberger, interpretato da Tom Hanks (e per il regista è il quarto film biografico consecutivo, addirittura il quinto degli ultimi sei film). Molti ricorderanno l’incidente aereo sui cieli di New York del 15 gennaio 2009, quando un volo di linea per guasti tecnici su costretto ad un atterraggio d’emergenza, e il primo pilota Sullenberg, con una rischiosa ma incredibile manovra, fece ammarare l’aereo nel bel mezzo del fiume Hudson, salvando tutti i 155 passeggeri a bordo e tutto l’equipaggio, senza feriti. Qualcosa di pazzesco, e immediatamente l’esperto pilota, per tutti Sully, divenne subito una star dei media, roba da film insomma. Ecco, quel momento è arrivato.

 

 

THANK YOU FOR YOUR SERVICE

L’esordio alla regia di Jason Hall, lo sceneggiatore di American Sniper, che giustamente per debuttare non si discosta dai quei temi: con protagonista Miles Teller, l’opera segue la storia di un gruppo di soldati che, dopo essere tornati a casa da un periodo in Iraq, si ritroveranno a dover lottare per integrarsi nella vita civile di tutti i giorni.

 

 

CODICE 999

Il film narra la storia di alcuni poliziotti corrotti che organizzano grazie al codice 999 del titolo una rapina, ma c’è in mezzo anche la temibile mafia russa che li ricatta. Ok, lo so, la trama non è il massimo ne dell’originalità ne dell’interesse, infatti non è questo il punto. I motivi per vedere il film sono invece Kate Winslet, Woody Harrelson, Casey Affleck, Chiwetel Ejiofor, Anthony Mackie, Gal Gadot, Norman Reedus, Aaron Paul, Teresa Palmer, e soprattutto la regia di John Hillcoat, uno famoso per film a dir poco dark e incredibilmente d’atmosfera. Un crime movie come si deve, insomma, senza mezzi termini.

 

 

UNTITLED ROBERT ZEMECKIS MOVIE

Il film sarà ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale e seguirà la storia di due assassini che si innamorano durante una missione a Casablanca per uccidere un ambasciatore tedesco. Insomma, un Mr & Mrs Smith nella guerra? Forse, ma sicuramente no essendo la trama rilasciata molto scarna. Comunque, a prescindere dalla storia, ci sono Pitt e Cotillard e questo è già tanto.

 

 

WAR MACHINE

Ormai è quasi un cliché, ma Brad Pitt ed i film di guerra sono diventati un classico. Quanti ne ha girati negli ultimi anni? Resta il fatto che questo è uno dei potenzialmente più interessanti, col regista australiano David Michod al timone: la storia, che avrà un tono anche satirico, segue la vicenda di un generale che durante il conflitto in Afghanistan provò metodi controversi per addestrare le proprie truppe.

 

 

Sono ovviamente tanti altri i film che ci aspettano durante l’anno, e sarà una nuova grande stagione di meraviglioso cinema!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...