I film del 2016: le commedie e l’animazione

download

Pirotecnici e adrenalinici pop-corn movies, film d’autore, opere in costume, piccoli gioielli indipendenti, cartoni animati, spassose commedie, sicuri candidati agli Oscar, sorprese inaspettate: tutto questo e molto altro ci aspetta al cinema nel 2016. Dopotutto, con molte uscite che arrivano nelle nostre sale in ritardo rispetto ai paese d’origine, possiamo permetterci anche ora di iniziare a parlare dei film che più attendiamo nei prossimi mesi.

Dopo aver visto pochi giorni fa i blockbuster  e poi i film indipendenti, passiamo oggi ad argomenti più leggeri, dando uno sguardo alle attese commedie e film d’animazione.

 

ARMS & DUDES

Messa definitivamente alle spalle (finalmente) la saga di Una Notte da Leoni, l’anarchia di Todd Phillips, aggiunta ad una maggiore consapevolezza dei proprio mezzi termini, può regalarci una nuova folle avventura. Il film racconta la storia follemente vera di due ragazzi che iniziarono a vendere armi nella guerra in Afghanistan, ritrovandosi in situazioni molto più grandi di loro.

 

 

BABBO BASTARDO 2

Probabilmente, a più di 10 anni dal primo film, questo è uno di quei sequel di cui non si sentiva affatto il bisogno. Però, una volta accettato il fatto che lo faranno, è catapultato in automatico tra i più attesi. Andiamo, rivedere Billy Bob Thornton nei panni del personaggio natalizio più irriverente di sempre vale da solo il prezzo del biglietto.

 

 

ELVIS & NIXON

Michael Shannon fa Elvis e Kevin Spacey fa Nixon. Già questo basta, per quanto le premesse sembrino quelle di uno sketch comico del Saturday Night Live. Invece è un film, ambientato in un solo giorno, che racconta il celeberrimo assurdo incontro alla Casa Bianca tra le due storiche figure.

 

 

EVERYBODY WANTS SOME

Fortunatamente quest’anno non dovremo soffrire l’assenza di un film di Richard Linklater, anzi, il regista stesso ha definito il suo nuovo lavoro un sequel spirituale, qualsiasi cosa voglia di dire, del suo esordio cult La Vita è un SognoLa trama di questa nuova avventura, ambientata negli anni ’80, segue le vicende di un gruppo studenti universitari che giocano insieme nella stessa squadra di baseball.

 

 

ALLA RICERCA DI DORY

Dopo aver avuto un incredibile anno con ben 2 film originale, purtroppo la Pixar si ripiega subito sui sequel. Sì, è il seguito di uno dei suoi titoli più popolari, e mi fido del ritorno di Andrew Stanton che se non avesse avuto una storia valida da raccontarci non avrebbe mai preso le redini del progetto, però…

 

 

GHOSTBUSTERS

Uno dei film più discussi dell’anno (e non solo) sta per arrivare, e indubbiamente i detrattori devono rassegnarsi e quantomeno guardare al lato positivo: se il film sarà buono e divertente bene per tutti, se invece il film sarà brutto non può rovinare retroattivamente l’originale, quindi comunque tutti contenti. Ma le chance che sia brutto sono sinceramente molto basse: Paul Feig ha un curriculum che parla da solo con commedie esilaranti a guida femminile, e sbagliare con un materiale simile e un cast simile è davvero arduo.

 

 

GRIMSBY

Sacha Baron Cohen arriva un po’ ultimo sul treno in corsa, ovvero la parodia del genere spionistico che sta andando tanto di moda improvvisamente (solo lo scorso anno, con Spy e Kingsman, ne abbiamo avute due). Il film, che racconta le disavventure di due fratelli, è più che altro il solito pretesto per divertirsi con la dissacrante ironia del comico inglese.

 

 

AVE CESARE!

Sia chiaro, ogni nuovo film dei fratelli Coen è praticamente un evento imperdibile per un cinefilo autentico. E qui calano l’asso con un cast allucinante e il ritorno ai toni da screwball comedy che tanto amano. La storia è quella di un fixer, ovvero un detective privato che risolve situazioni spiacevoli, che lavora per gli studios di Hollywood negli anni ’50 ed è chiamato a risolvere un problema durante la lavorazione di un kolossal sull’antica Roma.

 

 

HOW TO TALK TO GIRLS AT PARTIES

Un misto di fantascienza, romanticismo, commedia e musica, nelle mani di John Cameron Mitchell, uno degli autori più delicati e al tempo stesso controversi in circolazione. Cosa può uscire da questo cocktail assurdo? Beh, intanto Nicole Kidman con la parrucca che vediamo nella foto, e non è poco per cominciare.

 

 

KUBO AND THE TWO STRINGS

Per gli amanti del cinema d’animazione, tra le tante compagnie esistenti, un posto lo ha sicuramente la giovane Laika, che al suo attivo ha titoli come Coraline, ParaNormanBoxTrolls, insomma solo cinema di altissima qualità. Il loro nuovo film è ambientato nel Giappone feudale, e promette ancora una volta di essere fantastico.

 

 

KUNG FU PANDA 3

Terzo capitolo di una saga partita benissimo e poi leggermente calata, qui finalmente il simpatico e combattivo panda incontra il vero padre. Ci saranno comunque tante risate in pieno stile Dreamworks.

 

 

LA LA LAND

Naturalmente dopo Whiplash il ragazzo prodigio Damien Chazelle, per la sua opera seconda, non poteva abbandonare il mondo della musica, ma cambia totalmente stile e approccio: questo è infatti un musical molto più leggero, la storia d’amore tra un’attrice e un pianista jazz che provano entrambi a sfondare a Hollywood. E poi ci sono Ryan Gosling e Emma Stone, e questo già basta.

 

 

CATTIVI VICINI 2

Ancora un sequel, purtroppo, ancora di una premessa che aveva già esaurito la propria essenza, però se questo film garantirà il livello di risate del primo andrà sicuramente bene. E poi la chimica tra Seth Rogen e Rose Byrne è perfetta.

 

 

NICE GUYS

Ecco, se qualcuno dovesse chiedermi di iniziare già a pensare ai miei film più attesi del prossimo anno, un titolo per molti sarebbe una sorpresa: The Nice Guys. Il motivo è presto detto: il ritorno di Shane Black a ciò che sa fare meglio, ovvero il buddy cop movie. E’ lui ad aver scritto capisaldi del genere come i primi due film di Arma LetaleL’Ultimo Boyscout, poi nell’ultimo decennio è diventato regista e ha creato quella perla sottovalutata di Kiss Kiss Bang Bang. E le prime immagini promettono esattamente quello che volevo, divertimento e coolness, con i due protagonisti assolutamente in parte. Insomma, un film assolutamente nel pieno stile di Black, davvero imperdibile.

 

 

OCEANIA

E’ indubbiamente il peso massimo della Disney quest’anno, il film su cui ripongono speranze di incassi e soprattutto premi. Arriverà ovviamente a fine anno, ci saranno canzoni come nella migliore delle tradizioni, e un attento occhio alla diversità di cui tanto si parla, con una trama che approfondisce la mitologia polinesiana e l’eredità culturale samoana. E appunto, la protagonista è una ragazza non bianca: sembra poco, ma in realtà è un grande passo.

 

 

SAUSAGE PARTY

Sausage Party, Rogen, Rudd, McBride

Una salsiccia, dopo essere caduta da una busta difettosa, entra in una crisi esistenziale e tenta di tornare allo scaffale del proprio supermercato. E sì, avete letto benissimo la trama. Oltretutto questo film d’animazione è firmato dal team di Seth Rogen, quindi aspettatevi uno stile folle, tante profanità e volgarità.

 

 

PETS – VITA DA ANIMALI

Ah, quanto piace all’animazione ridere con gli animali, da sempre. Qui andiamo a scoprire come vivono le loro giornate quando li lasciamo soli per andare a scuola o a lavoro.

 

 

SING 

Diciamo che i film della Illumination non hanno mai brillato per particolare profondità, e questo non dovrebbe fare eccezione: un contest canoro tra animali, anche con canzoni pop esistenti. Potrebbe incassare tanto, ed essere al contempo fastidiosissimo.

 

 

SING STREET

Un ragazzo che cresce a Dublino nel corso del 1980, fugge dalla sua tesa vita familiare formando una band e trasferendosi a Londra. E da questa trama aspettatevi tanta buona musica e un tocco delicatissimo, come provano i precedenti due brillanti di John Carney, un autore che meriterebbe ben più considerazione.

 

 

UNTITLED WOODY ALLEN PROJECT

L’annuale film di Woody Allen, e siamo felici che ci sia. E come sempre, oltre all’assenza di titoli, i dettagli sulla trama sono scarsissimi, sappiamo solo che è una commedia ambientata negli anni ’30, quasi un must per l’autore. Di sicuro è, come sempre, fantastico il cast, con Jesse Eisenberg, Kristen Stewart e Steve Carell che sembrano nati per recitare un film di Woody Allen.

 

 

WAR ON EVERYONE

La storia di due poliziotti corrotti non è  certo una travolgente novità, ma nelle mani di John Michael McDonaugh, che finora ci ha regalato The Guard (mi rifiuto di dire il titolo italiano, cercatelo se volete..) e Calvary, il tono sarà sicuramente l’arma vincente.

 

 

WHISKEY TANGO FOXTROT

La pellicola è l’adattamento cinematografico de The Taliban Shuffle: Strange Days in Afghanistan and Pakistan, memorie della giornalista americana Kim Barker scritte nel 2011 sulla sua esperienza in Pakistan e Afghanistan avvenute nel 2002. Quindi troveremo la grande Tina Fey in un contesto semi-serio, una commedia senz’altro ma in cui potrà provare le sue doti da attrice maggiormente versatile.

 

 

 

2 pensieri su “I film del 2016: le commedie e l’animazione

  1. Pingback: I film del 2016: gli imperdibili (prima parte) | bastardiperlagloria

  2. Pingback: I film del 2016: gli imperdibili (ultima parte) | bastardiperlagloria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...