Il classificone: i film dei Marvel Studios

marvelstudios-collage

Dall’uscita lo scorso agosto di Ant-Man, si è ufficialmente chiusa la Fase 2 del Marvel Cinematic Universe. Con ben 12 film a referto, è il momento di applicare al filone Marvel ciò che più ci piace fare nel blog: una bella classifica.

Dal peggiore al migliore, vediamo come sono cambiati e migliorati in quasi un decennio i film della Marvel Studios, tenendo ben presente che presto questa classifica sarà già rivoluzionata quando il prossimo maggio inizierà la Fase 3 con l’attesissimo Captain America: Civil War.

 

NOTA BENE: Come detto la classifica riguarda solo i film dei Marvel Studios e del suo universo cinematografico, e quindi NON tutti i film prodotti dal marchio fumettistico Marvel. Non troverete quindi, ad esempio, i vari Spider-Man (della Sony) e i vari X-Men (della Fox) e così via. 

 

12.  IRON MAN 3

Lo so benissimo, Iron Man 3 è uno dei titoli più popolari del canone Marvel e ha incassato oltre un miliardo di dollari. Eppure, non solo non mi è piaciuto il film, ma praticamente lo detesto. Lo considero l’epitome di tutto ciò che NON mi piace della Marvel: ironia eccessiva, assenza di conseguenze, tematiche assenti, semplicità della materia. Iron Man 3 è in pratica una commedia d’azione che oltretutto osa con l’insulto finale ai fumetti, ovvero la distruzione del personaggio del Mandarino. Un film che vorrei tanto dimenticare.

 

 

11.   THOR: THE DARK WORLD

Il sequel di Thor è uno dei film meno riusciti in assoluto in casa Marvel perchè, ancora una volta, si fa l’errore di ricercare la semplicità estrema a tutti i costi. Non solo si elimina una delle cose migliori del primo film, ovvero l’Asgard shakesperiana a favore di un generico tono fantasy da Signore degli Anelli totalmente fuori posto, ma si opta per una trama da film convenzionale di supereroi che più banale non si può, col villain meno interessante di sempre che vuole distruggere tutto.

 

 

10.  ANT-MAN

E’ ancora fresco nella nostra mente, ed è quasi un peccato bocciarlo. Come già scritto nella recensione, Ant-Man non è affatto un brutto film, ma semplicemente un film inutile (forse, pensandoci bene, è un peccato ancora più grave), scontato e ordinario, con uno dei protagonisti più monodimensionali mai tirati fuori.

 

 

9.  HULK

Voglio subito mettere le mani avanti ed essere magnanimo: fare un film su Hulk è molto difficile, perchè la storia è piuttosto semplice e, una volta accaduta la trasformazione, il personaggio diventa un carattere impossibile da gestire narrativamente. Questo film del 2008 fa il proprio compitino, senza difetti ma nemmeno pregi.

 

 

8.  THE AVENGERS

Ecco la scelta impopolare, già sento le grida di coloro che definiscono questa posizione troppo bassa, anzi bassissima, fuori dalla grazia divina. Non sono impazzito, e non lo faccio nemmeno apposta, solo che il film non mi ha convinto, ne quando è uscito ne ora ripensandoci. Personalmente poi trovo il film addirittura molto noioso, con una parte centrale lunghissima che si svolge in unico luogo e un atto finale (nuovamente) molto convenzionale.

 

 

7.  IRON MAN 2

Ha il difetto di un po’ tutti i sequel dei film sui supereroi, ovvero aumentare l’azione a danno della storia e soprattutto raddoppiare il numero dei villain, ma ha il grande merito di essere consapevole di tali magagne e sforzarsi di cercare un equilibrio. Riesce nell’intento, bilanciando anche lo charme del primo film con la necessità di introdurre un universo più espanso.

 

 

6.  THOR

Sapete perchè, solitamente, i primi film delle saghe sono i più riuscite? Perchè riescono quasi sempre a mantenere il focus sul protagonista e mostrarlo per ciò che veramente è. Anche in questo caso, Thor è un esperimento riuscito nella difficile prova di introdurre un personaggio singolare, col giusto fascino concesso al mondo asgardiano dall’esperienza teatrale del regista Kennet Branagh.

 

 

5.  CAPTAIN AMERICA: IL PRIMO VENDICATORE

La vera arma vincente del film è quella di ambientare la storia nel passato: quante volte abbiamo visto un supereroe agire nella Seconda Guerra Mondiale? Azione, divertimento, un bellissimo gusto retrò, tutto amalgamato con un blockbuster dal sapore diverso e per questo vincente.

 

 

4.  AVENGERS: AGE OF ULTRON

Moltissimi, soprattutto oltreoceano, hanno criticato il film e preferito il primo. Come avrete ampiamente capito oramai, non sono tra questi. Non solo, come detto, non mi è piaciuto il primo film, ma ho molto apprezzato questo sequel: più strutturato, più ricco d’azione e colpi di scena, con un gestione magistrale del ricchissimo cast, attento all’approfondimento psicologico. Certo, presenta ancora un villain secondario (ma quello dei cattivi è ormai un problema annoso per la Marvel) e un finale troppo impegnato a costruire i successivi capitoli, ma è un film che funziona in tantissimi aspetti.

 

 

3.  IRON MAN

Il 2008 è l’anno della svolta per il genere intero, il momento che segna un deciso spartiacque tra i cinefumetti precedenti e quelli successivi: in pochi mesi escono Il Cavaliere Oscuro per la DC Comics e Iron Man per la Marvel, e nulla sarà più come prima. Il primo film del filone cinematografico Marvel è un assoluto caposaldo di azione e divertimento, perfetto nell’introdurre un personaggio fino a quel momento piuttosto secondario, e totalmente retto dal carisma, dal fascino e dal sarcasmo di Robert Downey Jr, un attore che probabilmente era all’ultima chance in carriera e riesce a rilanciarsi come mai nessuno potesse pensare.

 

 

2.  CAPTAIN AMERICA: THE WINTER SOLDIER

La prova che, quando la Marvel abbassa il livello di umorismo inutile, può fare grandi cose. Certo, il grosso merito del secondo Captain America è quello di essere in realtà un astutissimo political thriller girato nel mondo dei supereroi, ma oltre questo funziona quasi tutto: ha una delle migliori scene d’azione recenti – l’assalto alla macchina di Nick Fury – e si permette il lusso di ingaggiare Robert Redford per un ruolo da villain. Roba da applausi.

 

 

1.  GUARDIANS OF THE GALAXY

Se la mia più grossa e frequente critica alla Marvel è quella di essere troppo leggera, e prendersi troppo poco sul serio, qui devo fare una inversione a 360°: Guardians of the Galaxy ammette tutto ciò, lo dice consapevolmente fin dall’inizio, e ne sfrutta le potenzialità. Il film di James Gunn è un fantastico space movie, una bellissima action comedy, ma la sua vera forza è nella scrittura: Gunn presenta una delle migliori sceneggiature nel genere, con un focus perfetto sui personaggi, ognuno con le proprie caratteristiche, personalità e motivazioni, tutta amalgamati alla grande, totalmente libero dalla soffocante continuity della compagnia. E’ un caso che, per ora, il miglior film Marvel sia quello più staccato dalle vicende degli Avengers?

 

 

Un pensiero su “Il classificone: i film dei Marvel Studios

  1. Pingback: Il trailer di Captain America: Civil War | bastardiperlagloria2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...