Countdown to Spectre – i 10 migliori Bond Villains

Ad una settimana dall’attesissima uscita di Spectre, il 24esimo e nuovo film della saga di James Bond, ho deciso di inaugurare nel blog uno speciale countdown per celebrare il ritorno sul grande schermo di uno dei personaggi più popolari di sempre.

Analizzerò con delle classifiche – la cosa che più amo e che è parte distintiva del nostro blog – i tratti distintivi dei film di James Bond, e oggi iniziamo nel rivedere i migliori cattivi in oltre 50 anni di film. 

 

10.  FRANCISCO SCARAMANGA
(Christopher Lee in L’Uomo dalla Pistola d’Oro)

Indubbiamente è protagonista di uno dei capitoli più deboli della saga, e le sue motivazioni non sono proprio l’apice dell’originalità, ma anche per il carisma di Christopher Lee, la figura di Scaramanga è rimasta impressa nell’immaginario collettivo di ogni Bond fan che si rispetti (complice anche la bassa qualità dei cattivi dell’era di Roger Moore). E poi quell’arma è davvero cool.

 

 

9.  RED GRANT
(Robert Shaw in Dalla Russia con Amore)

Lo so, non è il villain principale del film e la sua presenza dovrebbe autorizzare l’inclusione degli altri henchmen (Oddjob, Jaws e compagnia bella che invece ho omesso), ma ho dovuto fare eccezione per motivi significativi: il carisma e fascino di Robert Shaw, unita ad una delle migliori scene nella storia della saga – ovvero quella sul treno in Dalla Russia con Amore – ha reso la sua apparizione davvero indimenticabile.

 

 

8. LE CHIFFRE
(Mads Mikkelsen in Casino Royale)

A pensarci bene col senno di poi, pur essendo uno dei cattivi più noti, l’apporto di Le Chiffre alla storia di Casino Royale è piuttosto relativo. Eppure nessuno se lo dimentica, la bravura di Mads Mikkelsen ed una storia fantastica lo hanno reso un villain a dir poco iconico.

 

 

7. DR. NO
(Joseph Wiseman in Licenza di Uccidere)

Uno dei rari casi in cui è il villain a dire il titolo originale alla pellicola, e non l’eroe, pur essendo questo il primo capitolo del lungo franchise. E questo è merito del peso del Dr No, non solo il prototipo dello scienziato pazzo, ma il criterio del classico Bond Villain che tutti quelli seguenti dovranno imitare.

 

 

6.  ELEKTRA KING
(Sophie Marceu in Il Mondo non è abbastanza)

Forse il miglior film dell’era Pierce Brosnan lo dobbiamo anche ad una inversione di formula: il villain qui è una donna. E che donna, poichè il personaggio senza scrupoli e manipolatore di Sophie Marceu è la classica miscela di seduzione e pericolo. Non a caso, la scena di tortura è una delle migliori del periodo.

 

 

5.  EMILIO LARGO
(Adolfo Celi in Operazione Thunderball)

Qui scatta ovviamente il patriottismo, perchè l’interpretazione di Adolfo Celi è davvero da alta scuola per l’epoca e il livello del genere. Ma nonostante la presenza di Celi, il personaggio di Emilio Largo è davvero importante, dopotutto è il numero 2 della Spectre ed il simbolo di Thunderball, uno dei migliori e più spettacolari film della cinquantennale saga.

 

 

4.  ALEC TREVELYAN
(Sean Bean in Goldeneye)

Uno dei migliori cattivi per James Bond non poteva che essere qualcuno che lo conosce molto bene….ovvero l’agente 006! Non è una battuta, ma l’identità di un ex agente passato al “lato oscuro” ed interpretato con splendida meschinità da un giovane Sean Bean. Motivi personali a motivi di caos globale sono sempre la miscela perfetta per la serie.

 

 

3. AURIC GOLDFINGER
(Gert Frobe in Goldfinger)

Probabilmente è il villain simbolo di Bond nel film più noto della saga. Il motivo è presto detto: la cattiveria pura nell’interpretazione di Frobe, le folli motivazioni e azioni, ed infine…… no no, sono fuori strada, basta solo la frase “no mr. Bond, I expect you to die!” a renderlo immortale.

 

 

2. RAOUL SILVA
(Javier Bardem in Skyfall)

Ok, è una specie di imitazione del Joker (ma a ben vedere buona parte della struttura di Skyfall è presa di peso da Il Cavaliere Oscuro) e l’agente caduto è stato già usato con Sean Bean, ma nessuno come Raoul Silva ha lasciato un impatto così forte in così poco tempo. Non solo il look, ma l’incredibile performance di Javier Bardem e quel gioco di seduzione/potere che inscena con Bond quando lo tiene legato, sono tutti elementi che lo catapultano nell’Olimpo della saga.

 

 

1.  ERNST STAVRO BLOFELD

In ogni storia epica che si rispetti, c’è una rivalità che regge il tutto: ogni eroe quindi ha la sua nemesi per antonomasia, una nemesi quasi necessaria, e James Bond ha Blofeld: nella saga è stato visto tante volte interpretato da tanti attori (anche se il look di Donald Pleasence rimane quello canonico) ma ha sempre rappresentato l’apice del cattivo senza pietà, il folle terrorista diventato businessman che, tra una carezza ed un’altra ad un gatto bianco, punta a dominare il mondo.

 

Chiusa questa prima classica, torneremo ad occuparci dell’universo cinematografico di James Bond ricordando le sue donne e le canzoni!

 

2 pensieri su “Countdown to Spectre – i 10 migliori Bond Villains

  1. Pingback: Countdown to Spectre – le 10 Migliori Canzoni di James Bond | bastardiperlagloria2

  2. Pingback: Contdown to Spectre – le 10 migliori Bond Girls | bastardiperlagloria2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...