Game of Thrones, ovvero una storia diversa per libri e tv

Ho aspettato una settimana prima di queste poche e insignificanti righe di commento personale per dare a tutti modo di vedere l’ultima puntata stagionale di Game of Thrones. Eppure, come ovvio, qualcuno rimane sempre indietro, quindi io ve lo dico prima…

L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SUL FINALE DELLA 5° STAGIONE DI GAME OF THRONES!

Siete avvisate, se proseguite nella lettura.

Voglio essere bravo, e vi ripeto, SPOILER ENORMI IN ARRIVO!

 

Ancora qualche riga, per aumentare l’effetto drammatico….

 

Io vi ho avvisato, eh…

 

 

 

Ok, ora ci siamo. Cersei si è fatta la sua bella camminata nuda, per poi scoprire che la Montagna è tornata in vita. Stannis ha perso contro i Bolton, e probabilmente Brienne lo ha ucciso. Arya, dopo aver finalmente ucciso Meryn Trant, ha perso la vista. Jamie ha portato via la nipote/figlia Myrcella, che però è stata avvelenata dai dorniani. Tyrion è rimasto solo a governare Mereen. Theon/Reek si è risvegliato e ha portato via Sansa dai Bolton.

Insomma si, è successo davvero di tutto. Ah si, tra cui quella cosetta per cui Jon Snow è stato ucciso, tra l’altro dai suoi stessi soldati, ancora poco felice per il sostengo dato ai bruti (ma tanto lo sappiamo tutti che non è morto definitivamente, vero?).

Ma il punto è che non sono qui per commentare ogni storyline, ma semplicemente per dire che, da lettore dei libri, mi è piaciuto tutto. So che moltissimi lettori sono attoniti per le differenze tra serie e libro, altri inferociti per la mole di personaggi, anche molto importanti, lasciati nelle pagine e basta.

Quale è il problema?

Non mi lancio nell’ovvio discorso sulle differenze obbligate tra fonte letteraria e trasposizione visiva, sapete tutti che così devono essere. Dico solo che ora, paradossalmente, la vicenda si può godere ancora di più, perchè ormai libri e serie raccontano DUE STORIE SEPARATE.

Insomma, è un’occasione unica e bellissima mai capitata prima. Chi ama il mondo creato da George R.R. Martin deve essere felice, perchè in pratica può godersi due versioni della medesima storia, ha più chance di esplorare personaggi e situazioni. Catelyn Stark è morta nella serie? Tranquilli, nei libri no e possiamo ancora tifare per lei. Aegon Targaryan i fans della serie non sanno nemmeno chi è? Tranquilli, nei libri è fondamentale. Aspettiamo da anni l’incontro tra Tyrion e Danaerys? Tranquilli, la serie ha già trasformato questo sogno in realtà. Quante volte, leggendo un libro qualsiasi, è capitato di dire “e se fosse andata diversamente?”, ecco, ora questo è possibile, perchè la serie ci presenta altre situazioni.

Tutto ciò è grandioso, siamo onesti, non siate cinici come sempre e contro qualcosa per partito preso, godetevi un’occasioni simile che difficilmente ricapiterà.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...