Consigli per il week-end al cinema

logoCINEMA11

Questo week-end al cinema arrivano molto film interessanti e molti film italiani diversi tra loro, pare quasi incredibile. Probabilmente il titolo di maggior richiamo è Insurgent, ma se non fosse per la bravura di Shailene Woodley sarebbe quasi da evitare. Ovviamente da questa infornata ve ne consigliamo solo alcuni che, per un motivo o per un altro, meritano la visione.

.

Chi è senza colpa (solito strambo titolo italiano dell’originale The Drop) è un film di genere per amanti di crime movie d’autore, quindi storie disperate di gangster, molto pessimiste, e dal ritmo funzionale allo sviluppo dei personaggi. Il cast è notevolissimo, c’è l’esordio in lingua inglese del regista belga Michael Roskam – e il suo precedente Bullhead è una piccola perla sconosciuta che i cinefili devono recuperare – ed è tratto da un racconto di Dennis Lehane, che necessita di poche introduzioni. Ma soprattutto, è l’ultima occasione che abbiamo di vedere in qualcosa di inedito l’immenso James Gandolfini, quindi alla sua interpretazione, naturalmente nel ruolo di un criminale. Ci manchi, James.

.

.

Non ho idea di cosa aspettarmi da questo film, dalla trama e dal trailer il tono di Una Nuova Amica potrebbe andare dal serio all’assurdo in un attimo, ma Francois Ozon è un autore che merita, sempre molto singolare, mai banale, sempre pronto ad indagare sui lati più inibiti del comportamento umano.

.

.

Vergine Giurata non ha vinto a Berlino ma ha ottenuto reazioni molo positive. Opera prima di Laura Bispuri, potrebbe esser nata una nuova grande autrice. Un film originale nel panorama del cinema italiano, e ormai Alba Rohrwacher è il volto di questa new wave da tenere sott’occhio costantemente.

.

.

Fino a qui tutto bene non è la solita commedia giovanile italiana. O meglio, alla fin fine lo è, ma il tocco di Ron Johnson e la spontaneità degli attori rende il film qualcosa di diverso. Infatti, pur non essendo originale nella messa in scena o nel tema, comunque universale e senza tempo, non sembra mai di assistere ad un film ma quasi ad un filmato dei nostri amici che chiacchierano a casa. Siamo noi stessi nella storia, non gli attori. Una rivelazione, che anzi poteva durare addirittura una decina di minuti in più.

.

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...