Consigli per il week-end al cinema

40723_ppl

Nel sito precedente, che ormai devo definire “vecchio sito”, il giovedì avrei un articolo sulle uscite al cinema nella maniera classica, istituzionale, presentando i vari film e descrivendoli in maniera imparziale.

Il bello del nuovo bastardiperlagloria, come detto nel post di presentazione, è la nostra nuova politica: siamo sinceri.

Quindi oggi, giorno di uscite nelle sale italiane, vi consigliamo solo quello che vale la pena veramente vedere. In poche parole, se leggendo la lista di film in uscita qualcuno ha comunque l’impulso di andarsi a vedere Ma che bella sorpresa, ha perso il nostro rispetto cinematografico…

Da questo fine settimana sono 3 i film che vi consigliamo: Foxcatcher, Blackhat, Cenerentola.

Partiamo dall’ultimo. Ormai, come vi sarete già accorti, adattare le fiabe classiche in versione live action è la vera moda cinematografica del momento. Altro che supereroi, sono le principesse il vero standard attuale. Cenerentola merita sicuramente la visione, perchè pare molto fedele al film d’animazione classico, perchè il regista è Kenneth Branagh perchè Cate Blanchett pare divertirsi molto nel ruolo della matrigna cattiva.

Blackhat è un film di Michael Mann, e già questo dovrebbe bastare. Poi il regista è diventato sempre meno prolifico (sono passati 6 anni da Public Enemies) e quindi l’occasione va afferrata al volo. Certo, il film è stato massacrato dalla critica americana e soprattutto è stato un flop sensazionale (ha incassato 17 milioni da un budget di 70, non so se mi spiego) ma Mann merita il più alto beneficio del dubbio possibile.

Foxcatcher, è chiaro, è il film della settimana. E finalmente arriva in Italia, ma sicuramente non in troppe sale. Il sottoscritto lo ha già visto nei mesi scorsi in originale, ve ne sarete accorti poichè ha ottenuto addirittura la 4° posizione nella nostra Top Ten del 2014. Mica male. Bennett Miller non sbaglia un colpo, ha ancora azzeccato perfettamente il tono, il ritmo e la metafora dell’America decadente. E’ un film gelido, tesissimo, ma al tempo stesso molto angosciante, recitato da Dio dai tre protagonisti (oltre la trasformazione fisica, Steve Carell è davvero inquietante, Channing Tatum è una rivelazione, e Mark Ruffalo è clamoroso nel ritratto del proprio tormento) e diretto con sapienza da Miller. Sia chiaro, è un film che si prende i propri tempi, ed è il classico film che piace dopo la prima visione, ma ripensandoci nei giorni seguenti cresce e piace ancora di più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...