Le 10 Migliori Interpretazioni di Robin Williams

combo-williams-

di Emanuele D’Aniello

Ci siamo presi il nostro tempo, ma probabilmente era necessario. A più di una settimana dalla terribile scomparsa di Robin Williams, torniamo ad occuparci del grande attore con un articolo che celebra la sua carriera. Lo facciamo solo ora perchè non abbiamo voluto prendere parte alla corsa alla santificazione avvenuta su quasi tutti siti (scelta editoriale del tutto legittima, sia chiaro) a pochissime ore dal tragico evento, ma abbiamo deciso di prendere tempo e soprattutto metabolizzare quanto accaduto. Perchè secondo noi Williams meritava quel tempo, come i suoi film, le sue battute, le sue interpretazioni, i suoi divertenti travestimenti, tempo che ci ha dato modo di arrivare una soluzione scontata: Robin Williams era un genio con la G maiuscola, e lo diciamo senza false esagerazioni e senza paura.

Non aveva solo talento, non aveva solo uguale eccelsa capacità di recitare nel dramma e nella commedia, ma aveva quel qualcosa in più che solo i grandissimi hanno. Guardate i suoi filmati (fortunatamente con l’era moderna un lascito dell’attore è enorme, sul web si trova praticamente di tutto) e sfido chiunque ad affermare il contrario: sempre originale, sempre divertente, spessissimo profondo. Sembra strano, ma far ridere nel mondo di oggi è davvero importante, e lui ci riusciva sempre. Oltretutto, Williams è anche il simbolo di un’epoca che non c’è più, per moltissimi (incluso il sottoscritto) rappresenta l’infanzia, e nel mondo moderno in cui la vita virtuale ha preso così tanto piede, con personaggi lontanissimi che però si conoscono benissimo, la scomparsa di un simbolo dell’infanzia può anche rappresentare, in modo traumatico, anche l’entrata nel mondo degli adulti. La morte di Robin Williams è stata anche questo.

Alla tristezza però, come detto, si sovrappone la risata e il ricordo di un talento inarrivabile, che noi andiamo a ricordare quelle che riteniamo le sue 10 migliori interpretazioni cinematografiche.

.

.

10.  HOOK  (di Steven Spielberg, 1991)

Pochissimi attori, forse nessuno, avrebbero potuto risultare credibile interpretando un Peter pan divenuto adulto. Robin Williams naturalmente si. E’ incredibile come sia fastidioso all’inizio e entusiasmante alla fine, non lasciandosi mai andare a facili gigionerie, ricordandosi sempre che non interpreta solo Peter Pan, ma un Peter Pan sposato e con dei figli.

.

.

.

9.  RISVEGLI  (di Penny Marshall, 1990)

Nel pieno della svolta matura di Robin Williams, gli anni in cui l’attore iniziava a farsi notare in ruoli seri, arriva questa bellissima performance. Certo, è oscurato da Robert DeNiro che ha un ruolo molto più vistoso, ma qui Williams è bravissimo a interpretare uno dei ruoli più umani e diretti della sua carriera.

.

.

.

8.  PATCH ADAMS  (di Tom Shadyac, 1998)

Un ruolo difficile, il classico ruolo che può facilmente sforare nel ridicolo o nel melodrammatico. E ancora una volta, Williams è perfetto nel trattenere le follie e azzeccare i toni.

.

.

.

7.  L’ATTIMO FUGGENTE  (di Peter Weir, 1989)

Chi vi scrive non è un grande fan di questo film, ma qui valutiamo non il film ma la performance, e ancora una volta Williams è maestoso, firmando l’interpretazione che lo lancia e consacra allo stesso tempo come attore serio. Williams qui recita con le emozioni, toccando le corde giuste, incanalando la sua furiosa energia nello spirito e non nell’esteriorità.

.

.

.

6.  ONE HOUR PHOTO / INSOMNIA  (di Mark Romanek / di Christopher Nolan, 2002)

Da attore comico a attore serio, il passo successivo è quello di interpretare un cattivo. E Williams lo ha fatto due volte nello stesso anno, con due buonissimi film, ottenendo risultati eccelsi. Williams è fantasticamente inquietante senza mai lasciarsi andare a clichè, e così convincente che la classica reazione “ma quel cattivo è Robin Williams!” svanisce subito.

.

.

.

5.  MRS DOUBTFIRE  (di Chris Columbus, 1993)

Nel versante comico, questa è indubbiamente la performance più amata, popolare e fantastica di Robin Williams. Non tanto la bravura fisica e il trasformismo dell’attore, quanto l’incredibile energia e la sincerità che Williams mette nel suo personaggio a fare la differenza.

.

.

.

4.  ALADDIN  (1992)

Sembra strano, considerando che noi in Italia non lo abbiamo mai nemmeno sentito nei panni del Genio. Robin Williams da noi ha avuto fortuna grazie anche al doppiaggio favoloso di Carlo Valli (e nel ruolo specifico del Genio, nella versione italiana Gigi Proietti fece un lavoro colossale), ma sentirlo in originale, sciogliendo tutta la sua carica, è davvero spassoso.

.

.

.

3.  GOOD MORNING, VIETNAM  (di Barry Levinson, 1987)

Indubbiamente è la performance che lo ha lanciato, un fantastico equilibrio tra dramma e commedia, uno di quei casi in cui l’attore da solo fa il film. La prestazione soprattutto vocale di Williams, ricchissima di improvvisazioni, è semplicemente mostruosa.

.

.

.

2.  WILL HUNTING – GENIO RIBELLE  (di Gus Van Sant, 1997)

Il ruolo che, alla quarta nomination, gli ha dato l’Oscar, è sicuramente la performance più emotiva e empatica che l’attore abbia mai creato, un uomo prima ancora di un personaggio, intriso di malinconia ed enormemente complesso.

.

.

.

1.  LA LEGGENDA DEL RE PESCATORE  (di Terry Gilliam, 1991)

L’interpretazione in cui c’è tutto il talento di Robin Williams, il momento che fa combaciare la comicità con la tragedia, e in più aggiunge elementi mai toccati prima: la pazzia, il dolore, e una certa poesia di fondo che rende il tutto bellissimo. Un tour de force recitativo davvero indimenticabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...