La Palma d’Oro di Cannes 2018 va a Hirokazu Kore-Eda

Anche il festival di Cannes 2018 passa agli archivi, e il vincitore è il film giapponese Shoplifters di Hirokazu Kore-Eda.

Finalmente è la consacrazione definitiva per il migliori regista giapponese in attività (insieme a Hayao Miyazaki) ed è un abitudinario di festival e premi secondari. Il suo film è piaciuto tanto alla critica e evidentemente anche alla giuria, in un responso che per una volta ha messo davvero tutti d’accordo.

In un festival che partiva con poche aspettative ma alla fine ha un buonissimo livello medio, è ovviamente da sottolineare la forza del cinema italiano: due titoli abbiamo presentato in concorso, ed entrambi sono andati a premi, Dogman per il miglior attore e Lazzaro Felice per la sceneggiatura.

Ecco il palmares completo di questa edizione n°71 del Festival:

Continua a leggere

Il trailer di The Happytime Murders

Immagine correlata

Può l’ibrido tra pupazzi e umani, animazione e live action, essere ancora vincente al cinema? La risposta può darcela solo Brian Henson, il figlio di quel Jim Henson che ha creato il fenomeno dei Muppets. Proprio lui dirige The Happytime Murders, commedia noir in cui due detective, uno umano e uno pupazzo, sono costretti a lavorare insieme per trovare il killer di una vecchia star di un famoso show dei Muppets.

Continua a leggere

Dogman – recensione

dogman

Mettiamo subito le cose in chiaro. Chi cerca intenti di ricostruzione di cronaca fedele, ha sbagliato film. Chi cerca un sguardo pulp sulle efferatezze di quell’episodio reale, ha sbagliato film. E pure chi cerca una presa di posizione retorica ha palesemente sbagliato film. Matteo Garrone non è quel tipo di regista, non ha mai avuto tali finalità, e Dogman lo conferma. Parte da un truculento caso di cronaca ormai quasi dimenticato, quello del cosiddetto “canaro della Magliana”. Poi però, pur rimanendo saldo nell’ispirazione, Dogman segue il proprio DNA, quello di Garrone appunto.

Continua a leggere

Il trailer di BlacKkKlansman

blackklansman_1

The BlacKkKlansman è in concorso a Cannes, nel suo giorno di proiezione arriva online il trailer, e l’esercito di fans di Spike Lee che negli ultimi anni hanno sopportato bocconi amari pare poter tornare a gioire.

Il film segue la storia di un detective afroamericano che riesce ad infiltrarsi nella sezione del Ku Klux Klan del Colorado diventandone uno dei leader. Una premessa che part dagli ovvi echi sociali attuali, ma in chiave ironica è un atto di ridicolizzazione fortissimo di Spike Lee verso l’America First.

Continua a leggere

Il trailer di The House that Jack Built

the-house-that-jack-built

Mentre arrivano notizie da Cannes di decine di persone che hanno lasciato le proiezioni disgustate da quanto viste, puntualissimo arriva online il trailer di The House that Jack Built, il nuovo film di Lars Von Trier.

La trama segue le vicende di un serial killer dal suo punto di vista, e precisamente in un arco di tempo di 12 anni e lungo 5 omicidi, i quali diventano sempre più “lavori d’arte” mentre la polizia si avvicina alla cattura. Insomma, si evince già cosa Von Trier può tirar fuori da tale premessa e quanto orrore possa provocare.

Continua a leggere

Il teaser trailer di Climax

Siete pronti per una nuova provocazione di Gaspar Noé? Il regista francese più che film ci regala sempre immersioni sensoriali, e anche in questa categoria possiamo inserire la sua nuova fatica Climax, presentata in questi giorni nelle sezioni collaterali del Festival di Cannes.

Il trailer svela l’atmosfera soffocante e allucinogena (le riprese sono durate appena due settimane, quindi molto sarà stato anche vero sul set) di un gruppo di ballerini che negli anni ’90 fecero una festa durante le prove di uno spettacolo: presto le droghe presero il sopravvento.

Continua a leggere